Perchè un corso Correctly ti cambia la vita. Leave a comment

La vita forse no, ma sicuramente un corso come il Technical Correctly Diver UTRtek ti stravolge totalmente il modo di andare in acqua, ti cambia il modo di concepire la subacquea donandoti una visione molto più ampia di tutti gli aspetti che ruotano attorno ad una immersione con le bombole.


Che cos’è il Technical Correctly UTRtek?

Questo programma nasce per formare le basi a subacquei che siano in grado di affrontare una immersione in team, per immersioni tecniche e di esplorazione. Infatti, una volta superato questo programma, il subacqueo ha accesso a tutti i corsi tecnici UTRtek di ambiente aperto e ambiente chiuso (grotte e relitti).

Molto spesso, il subacqueo che si affaccia per la prima volta alla subacquea tecnica, possiede lacune, alcune anche pericolose. Purtroppo, nella maggior parte dei casi, queste lacune vengono sottovalutate; il subacqueo va avanti nella sua formazione senza migliorarsi o superare tali limiti.

Abbiamo così “subacquei tecnici” che non sono in grado di tenere una postura corretta in acqua, che non sono in grado di pinneggiare all’indietro (abilità che personalmente reputo fondamentale) o a cui mancano le basi teoriche fondamentali: come calcolare una MOD, come usare le pressioni parziali dei gas, come ottenere una pesata corretta, come sviluppare un profilo decompressivo senza l’ausilio di un computer (abilità ampliata dal Tek 1 in avanti) e tanto altro ancora.

Il corso Technical Correctly Diver nasce quindi per mettere un limite fisso, al di sotto del quale non sei pronto per una immersione tecnica secondo gli standard UTRtek. Questo programma possiede l’intento di correggere il modo di programmare, preparare e affrontare un’immersione subacquea di qualsiasi tipo, anche ricreativa!

Questo corso non è aperto solo agli aspiranti subacquei tecnici, anzi. Il programma è fortemente consigliato a qualsiasi subacqueo ricreativo, e che tale voglia rimanere. Chiunque voglia scoprire i vantaggi di una configurazione Hogarthian/DIR, come gestire un team ed essere veicolato ad una subacquea più pulita e moderna può farlo nella versione Recreational Correctly Diver.

Contenuti del Correctly Diver UTRtek

Questo programma rispecchia i “canoni” di un’addestramento DIR, rispettando quindi tre sue principali parti: configurazione dell’attrezzatura, gestione del team e pianificazione dell’immersione.

-Configurazione Hogarthian/DIR

Questa configurazione, nata e sviluppata in Florida a cavallo tra gli anni 80′ e 90′, è la configurazione maggiormente utilizzata tra i subacquei tecnici. All’interno del programma Correctly, viene discussa e sviscerata in tutte le sue sfaccettature, analizzando soprattutto dei perché si è arrivati a concepire questo tipo di attrezzatura, punto per punto. Perché la frusta lunga? Perché il sacco senza elastici? Perché il moschettone clippato in quel modo? Quali sono le differenze tra le bombole in commercio? Come disporre la zavorra? E tantissimo altro ancora.

Un errore comune è quello di copiare la configurazione senza capirne i reali vantaggi e senza conoscere le procedure che ci stanno dietro.

-Gestione del Team

L’immersione in coppia è sicuramente sicura, ma effettuata in tre lo è ancora di più. Il terzo di squadra può però essere un problema se non vengono prese in considerazione alcune logiche di team. Nel sistema UTRtek, in una immersione di esplorazione, ogni subacqueo ha uno specifico ruolo a cui può essere assegnata una determinato compito. Nel programma Correctly viene quindi insegnato come gestire un team, come essere un leader sott’acqua e come far parte del sistema di team UTRtek.

-Pianificazione dell’immersione

All’interno del corso TCD il subacqueo al subacqueo vengono mostrate moderni sistemi di pianificazioni, senza ausilio di calcolatori decompressivi e computer. Vengono insegnate le miscele standard e come variarle con logica e criterio. Viene accennato il sistema Mnemonico Deco System UTRtek e come calcolare il reale indice di consumo subacqueo.

A tutto questo è accompagnata ovviamente tutta la parte di acqua con lo sviluppo di 32 skill’s tecnici tutti da effettuare in completo assetto neutro e in posizione corretta; assieme a tutta la parte di pratica di gestione del team nell’immersione e nelle emergenze.

Un corso aperto a tutti ma apprezzabile solo da chi veramente vuole mettersi in gioco e sperimentare nuovi orizzonti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *