Moschettoni – Una rapida guida all’acquisto Leave a comment

Uno dei punti fondamentali della corretta configurazione subacquea, secondo la filosofia Hogarthian/DIR, è quello del minimalismo assoluto dell’equipaggiamento da portarsi in acqua. Meno oggetti mi porto in acqua e meno problemi legati ad essi possono succedere. Da qui la rapida espansione dell’utilizzo dei moschettoni per gli accessori, minimali, di facile utilizzo e quasi esenti da rotture.  Molto spesso però vengono male acquistati e/o configurati; ecco quindi una rapida guida di quali moschettoni acquistare e dove impiegarli.


COSA NON ACQUISTARE

Prima di spiegarvi quali moschettoni acquistare mi sembra però doveroso spiegarvi quali non acquistare e perché. Cominciamo dai materiali; tutti i moschettoni che vi portate in acqua devono essere categoricamente in acciaio Inox, in particolare in lega 316 che, rispetto alle atre leghe presenti sul mercato, sono particolarmente efficaci contro agenti ossidativi di acqua salata e piscine.

L’acciaio inox 316 è una lega di acciaio inossidabile considerata fra le più resistenti presenti sul mercato. Oltre al Carbonio,  contiene Nichel, Cromo, Titanio, Niobio e Tantalo, elementi che permettono di mantenere determinanti proprietà tecniche.

Assolutamente sconsigliati altri materiali, anche i moschettoni in ottone che in breve tempo perdono di integrità e, oltre un difficile utilizzo, possono andare incontro a rottura.

La forma dei moschettoni è importante, sconsiglio l’impiego dei classici moschettoni “speleo”, soprattutto quelli molto grandi in quanto possono facilmente aprirsi ed agganciarsi a fruste, della nostra attrezzatura o di un nostro compagno.


DOPPIA LUCE VS MONOLUCE

La scelta dei moschettoni deve cadere quindi su due tipologie: mono-luce e doppia-luce. I primi devono essere impiegati per tutti quei strumenti che utilizzate in acqua che sono già fissati al vostro sistema SCUBA e devono servire per un utilizzo sporadico durante l’immersione. Gli esempi più chiari sono il moschettone del manometro e il moschettone della frusta lunga. Il moschettone mono-luce deve assolutamente essere girevole per facilitarne l’utilizzo anche con una sola mano.

Nell’immagine sottostante una guida per la scelta delle dimensioni del moschettone mono-luce.

Per fissare i moschettoni alle fruste non utilizzate mai le fascette ma una sagola con un semplice nodo passante piano.

Il moschettone doppia-luce viene utilizzato per tutte quelle operazioni in acqua dove è necessario avere due estremità da utilizzare per un rapido impiego e molto più versatile. L’utilizzo dello spool insieme al SMB (pedagno) o l’utilizzo del Reel sono gli esempi più lampanti.

>>Qui ho parlato della differenza tra spool e reel<<<

Per il moschettone doppia luce consiglio vivamente la lunghezza 120 mm poiché facilita l’utilizzo anche con quanti spessi o stagni.

Oltre ad impiegare un moschettone per accessorio e strumento, è buona prassi portarsi anche un moschettone doppia luce 120 mm aggiuntivo libero, da utilizzare come riserva.

Ma quanti moschettoni devo avere in un sistema Hogarthian/DIR?

Nei corsi Technical Correctly Diver UTRtek, i fondamentali per un’immersione tecnica o di esplorazione, tutti i membri del team devono dotarsi di quanto segue:

-2 moschettoni mono-luce 90 mm per frusta lunga erogatore e torcia back-up

-1 moschettone mono-luce 108 mm per frusta manometro

-6 moschettoni doppia-luce 120 mm per: maschera di riserva, wet-note, spool 15metri e SMB, spool 45 metri, torcia primaria più uno di riserva.

La nostra offerta per set completo moschettoni qui.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *